Linea Tagliafuoco: Perfetta. Di Nino: “Aprirne altre per facilitare le operazioni” e frenare l’avanzata delle fuoco

Pratola Peligna (Aq). Eccome se funziona la striscia di sicurezza realizzata dai volontari Peligni, soprattutto pratolani, per preservare il rifugio Colle delle vacche. Il fronte in questione separa tratti di vegetazione del Morrone in fiamme (X giorno), da quelli che si legano inscindibilmente ai centri abitati alle pendici della montagna di Celestino V. 

Presidiata dai Super Alpini del Battaglione Vicenza del IX Reggimento Alpini dell’Aquila al comando del Capitano Pasquale Marrese, la linea è una sicurezza e una garanzia per popolazione e soccorritori. Così nella riunione del Centro operativo misto, stamane, da Antonella Di Nino, sindaco di Pratola, arriva la proposta di aprire altre strade come questa per frenare l’avanzata delle fiamme sul monte.

Tenente colonnello Giorgio Alba (Super Alpini)

“I vigili del fuoco e i mezzi che operano da ieri sul versante pratolano sono da stamattina impegnati nel contrasto delle fiamme divampate nella tarda serata di ieri, dopo che la costruzione della linea tagliafuoco al confine con il territorio di Sulmona, voluta fortemente dalla mia amministrazione, ha dato risultati significativi nel contrasto delle fiamme. Per questo motivo, nella mia breve partecipazione alla riunione del Com di questa mattina, ho comunicato la mia precisa  volontà di favorire l’apertura di nuove linee tagliafuoco nelle strade forestali esistenti e abbandonate all’incuria, per favorire efficace transito soccorsi e contrasto degli incendi da terra, una misura indispensabile come dimostrato, appunto, già ieri. Volontari e ditte incaricate specializzate saranno all’opera: la battaglia continua e non arretriamo di un millimetro” dichiara il primo cittadino di Pratola.

mariatrozzi77@gmail.com