Vendite in calo. Confesercenti, Anva e Fiesa insistono su azioni straordinarie e rilanciano il Mercato estivo serale

Sulmona (Aq). É una iniziativa importante ma non sufficiente, per le associazioni di categoria, l’incontro sulla ‘Razionalizzazione delle fiere previste nel vigente regolamento per il commercio su spazi ed aree pubbliche, fortemente voluta dall’assessore alle attività produttive, Cristian La Civita. Per la Confesercenti e l’Anva erano presenti Pietro Leonarduzzi, Franco Liberatore e Angelo Pellegrino. L’iniziativa segue una serie di operazioni utili al rilancio delle attività locali, ma per la Confesercenti le proposte dell’amministrazione comunale non sono esaustive perché non riuscirebbero ad arginare la parabola discendente delle vendite, soprattutto degli ambulanti. 

Da sinistra Pellegrino, Leonarduzzi
Da sinistra Pellegrino, Leonarduzzi

“La ristrutturazione del mercato di piazza Garibaldi non riuscirà a rilanciare le vendite che in un anno sono scese del 65% – ha dichiarato Franco Liberatore, vice presidente dell’Anva (associazione nazionale commercio su aree pubbliche) – Oggi sono necessarie azioni di rivitalizzazione e valorizzazione dei mercati di mercoledì e sabato per renderli appetibile sia ai sulmonesi che all’hinterland territoriale”. Per Confesercenti non è questione di una fiera in più o in meno, ma l’appeal, o meglio di capacità o grado di attrazione e di richiamo nei confronti di un mercato che rischia di perdere la sua autorevolezza storica fatta di 8 secoli di un’attività che Federico II rese strategica per il suo regno. “La nostra organizzazione è impegnata in un’azione di studio e ricerca che, partendo da dati scientificamente validi dovrebbe assicurare un passo avanti per il rilancio delle attività su spazi ed aree pubbliche superando il luogo comune diffuso tra gli operatori cdi un mercato sulmonese poco attrattivo” ha sostenuto Pietro Leonarduzzi, vice presidente Confesercenti. Questo significa che tutta l’attenzione dell’amministrazione e delle organizzazioni deve essere incentrata in un’azione di rilancio che passa anche per una gestione più efficace ed efficiente in funzione del rilancio della domanda per i prodotti in vendita sulle aree mercatali. “È necessario intercettare anche e soprattutto il flusso turistico che, comunque, interessa Sulmona e il territorio di riferimento – ha aggiunto Angelo Pellegrino, direttore della Fiesa (Federazione italiana esercenti specialisti dell’alimentazione) – Per questo sono necessarie azioni straordinarie di mercato che potrebbero essere sviluppate nel periodo estivo, anche a supporto delle numerose attività storico-culturali”. Il riferimento è alla proposta di istituzione del Mercato estivo serale da tenere il sabato, dalle ore 17 alle 24, oltre a fiere tematiche estive mensili. Per la Confesercenti e l’Anva queste sono proposte utili a far conoscere la capacità e la qualità dell’offerta degli operatori ambulanti locali.