Processo per l’Orso ucciso a Pettorano, rinvio al 14 novembre

Sulmona (Aq). Udienza rinviata al 14 novembre, ore 10.30, per l’orso Biagio fucilato a settembre 2014 a Pettorano sul Gizio (Aq) da un operaio 61enne che oggi non era presente in aula.

Ad assistere oggi la figlia dell’uomo che confessò di aver ucciso l’orso che, nonostante le fucilate, si allontanò per andare a morire in località San Biagio. Nel tardo mattino le associazioni ambientaliste si sono costituite parte civile, a Wwf,Salviamo l’orso, pro Natura Abruzzo e Lav si è aggiunta l’associazione Dalla parte dell’orso nata a Pettorano proprio dopo la vicenda della morte dell’orso ribattezzato Biagio che morì agonizzante nella località dell’alto Gizio che prende il suo nome. Sono parte civile anche la Lav ( Lega anti vivisezione) e il parco Maiella. Abbiamo intervistato l’avvocato del Wwf e di Salviamo l’orso, Michele Pezone (a breve l’intervista sarà în rete).

Archivio

Prima udienza per l’uccisione dell’Orso Biagio: Intervista a Pezone avvocato di Parte civile per Wwf e Salviamo l’orso

Intervista all’Avv. Michele Pezone

 

 

 

 

 

mariatrozzi77@gmail.com

 

1 commento su “Processo per l’Orso ucciso a Pettorano, rinvio al 14 novembre”

I commenti sono chiusi.