Il Piper per Ovidio Nasone e sulla fascia de Il Più Bello d’Italia magicamente compare Sulmona

Roma. Domenica in uno degli storici locali della capitale, il Piper, hanno dedicato non solo un angolo della discoteca ad Ovidio Nadone poeta latino originario di Sulmona, di cui la città dei confetti festeggia quest’anno il Bimillenario della morte.

Aggiornamento

C’è molto altro nella kermesse capitolina e tutte queste sorprese non sono assolutamente riconducibili ad un’operazione di marketig del Comune peligno. Sulla fascia di Luigi Scotti, finalista del concorso di bellezza Il più bello d’Italia, è comparsa la parola Sulmona oltre al nome del grande poeta che fu esiliato a Costanza, in Romania. Scotti è  Mister Sulmona e in giuria,  a scegliere il modello per rappresentare la bellezza del Capoluogo Peligno, non poteva mancare Pasquale Di Toro, l’imprenditore edile altruista che, a sue spese, per liberare dalla neve e dalle immondizie la statua realizzata in onore del poeta, dovrà purtroppo subire un procedimento innanzi al giudice del tribunale di Sulmona.

In realtà ero stato invitato per un riconoscimento per  mio impegno da anni nel sociale e protagonista in prima persona nei molti tragici eventi abruzzesi, ma ho accettato l’invito solo se l’Abruzzo fosse stato omaggiato con una fascia dedicata, escludendo le mie imprese o vantaggi personali – dichuara Di Toro – Loro comunque mi hanno fatto una grande sorpresa mettendomi in giuria insieme a celebrità del cinema e dello spettacolo! Molti di loro conoscevano benissimo Sulmona e le bellezze sue e dell’inteto territorio e mi hanno detto che dobbiamo farla rinascere perché merita”. L’imprenditore Di Toro non si ferma qui.

Foto Pasquale Di Toro

1 commento su “Il Piper per Ovidio Nasone e sulla fascia de Il Più Bello d’Italia magicamente compare Sulmona”

I commenti sono chiusi.