Archivi categoria: Ambiente

Attivismo umoristico

Lupi solitari al mercato di piazza Garibaldi ..del mercoledì

Diario di ba-bordo, data astrale mercoledì 28 febbraio 2018, a causa della perturbazione siberiana i pinguini sono atterrati sulla dorsale appenninica e per fare spazio sono scesi dal monte Morrone gli animali superstiti, sopravvissuti agli incendi di agosto 2017 sulla montagna sacra. Sotto un timido sole di fine febbraio, quando la colonnina di mercurio del termometro ha segnato -4 °C e l’orologio della torre campanaria ha suonato 9 rintocchi, le povere bestiole hanno approfittato della notte buia del mercato di piazza Garibaldi del mercoledì per fare un giro nel vuoto cosmico del plateatico e solidarizzare con altre specie in via d’estinzione: ambulanti e sulmonesi.

mariatrozzi77@gmail.com

Flat(ulenza) Tax.. Fagioli a gogò!

La flat tax è la trovata forzista per un sistema fiscale proporzionale basato su un’aliquota fissa e a beneficio dei benestanti. Quella proposta dal centrodestra (Fi & company) è del 23% per tutti. Il costo della riforma sarebbe di 50 miliardi di euro e non ci sono le coperture necessarie per realizzarla. Per questo noi di Ultimafrontiera ci siamo adoperati a trovarne altri rimedi (vedi immagine fig. 1).

Continua a leggere Flat(ulenza) Tax.. Fagioli a gogò!

Maltempo. Contro Burian schierato, in prima linea, il Gatto delle Nevi

(Satira) Spazzaneve, spartineve, spargisale, spartitraffico, anti gelo, anti neve e mezzi anti tutto che tra ruspe e rospi, catene, lame e lamette corredate di ordinanze sindacali dell’ultimo secondo e campagne elettorali dell’ultima ora non si fa mancare il parco macchine dell’entroterra abruzzese con dotazioni tra le più variegate e girevoli. Continua a leggere Maltempo. Contro Burian schierato, in prima linea, il Gatto delle Nevi

C’è chi fa.. il nuovo Adamo

Ha Garantito 4 anni di proroga all’ospedale di Popoli, in provincia di Pescara, destinato a fare una brutta fine grazie alla famigerata  riforma della geografia sanitaria regionale dettata da scelte sciagurate, ma anche dalla convenienza che ha penalizzato soprattutto le aree interne. Non è soddisfatto della sanità abruzzese anche l’assessore regionale Donato Di Matteo presente a Popoli per la presentazione del nuovo Adamo. Continua a leggere C’è chi fa.. il nuovo Adamo

Freud c’ha messo lo Zampino?

La centrale di compressione del gas, da costruire a Casepente di Sulmona (Aq), in Abruzzo, e il metanodotto Snam costituiscono il progetto Rete adriatica, spezzettato in 5 segmenti per renderne più agevole l’autorizzazione, considerato opera strategica per l’approvvigionamento energetico italiano ed europeo, così giustificato dai vertici nazionali. Continua a leggere Freud c’ha messo lo Zampino?

Sulmona come Broadway, Politici e Vip lasciano un segno!

(Satira) Sulmona (Aq). Non è ancora famoso come Hollywood walk of fame, né ricco d’investimenti come il corridoio Baltico/Adriatico, ma i pedoni di piazza Capograssi presto potranno almeno provare, sulle colate di cemento armato indurito, le impronte e le firme dei vip abruzzesi, con tanto di nome d’arte.

Continua a leggere Sulmona come Broadway, Politici e Vip lasciano un segno!

Statue. Sulmona come Roma, Ovidio e Giordano: gemelli non tanto diversi

Con Roma capitale, Sulmona, la città dei confetti, non condivide solo i rifiuti solidi urbani, ma anche quelli che finiscono sulle statue dei personaggi storici. Non se la passa bene quella di Giordano Bruno, a Campo dei fiori, che nella città eterna è nelle stesse condizioni, se non peggio, di quella dedicata al poeta latino Publio Ovidio Nasone, in piazza XX Settembre a Sulmo. A segnalarlo è Paolo Cui, il perito che nel 1998, la bellezza di 20 anni fa, restaurò la statua di Ovidio. Perché siamo andati a finire nella capitale per disturbare cotanto  filosofo, scrittore e monaco cristiano? Semplice, le 2 statue sono state realizzate dalla stessa mano, quella del grande Ettore Ferrari. Si dice che quest’ultimo fosse  massone che per uno scultore è materiale congeniale.  Continua a leggere Statue. Sulmona come Roma, Ovidio e Giordano: gemelli non tanto diversi